Reportage: dov'è lo spazio

 

l'X37

 

l'X40

l'X33 Venturstar

Shuttle per sempre?

Le tre leggi fondamentali dell'astronautica - secondo Krafft A. Ehricke

Prima Legge: Niente e nessuno, sotto le leggi naturali di questo universo, impone alcun limite all'uomo, salvo se stesso.

Seconda Legge: Non soltanto la terra, ma l'intero sistema solare, e quanta maggior parte dell'universo egli possa raggiungere sotto le leggi della natura, sono campi di attività legittimi dell'uomo.

Terza Legge: Espandendosi attraverso l'universo, l'uomo compie il proprio destino come elemento della vita, dotato in se stesso della capacità di ragionare e del dominio della legge morale. 

LE DOMANDE DI TDF

  1. La NASA ha cancellato il progetto dell'X33, e pianifica ora di utilizzare la flotta degli shuttle per altri 20 anni. Significa che nei prossimi 20 anni non avremo la tanto sospirata riduzione di un fattore 10 del costo di messa in orbita? 

  2. Si tratta di una vittoria della burocrazia spaziale, che si assicura così il salario con denaro pubblico per altri 20 anni? 

  3. Ma l'X33 era un progetto così scadente? 

  4. Dobbiamo quindi rassegnarci a seguire il sentiero della ISS e dello shuttle per i prossimi 15 anni? 

  5. Quale potrebbe essere la vera alternativa? C'è qualche azienda privata che abbia qualche reale possibilità di competere su questo terreno? 

  6. L'articolo dice che l'X33 "...si basava su troppe tecnologie non testate, laddove un approccio più pratico ed una progettazione meno affascinante sarebbero servite benissimo allo scopo". Queste considerazioni inducono a speculare sia sulle reali motivazioni delle iniziative passate che sul futuro: 

    1. E' vero che si trattava di una strategia da "fantascienza"? 

    2. Se si trattava effettivamente di una strategia campata in aria, perchè la NASA la adottò, e perchè non la corresse mai? 

    3. La NASA è mai stata realmente intenzionata a ridurre il costo della messa in orbita in tempi brevi? 

    4. Ed, ora, tenteranno un approccio più pratico?

ALCUNE RISPOSTE 

Dale M. Gray (Frontier Status - USA)

Shuttle per sempre? Non esattamente.

Lo shuttle è comunque un sistema in evoluzione. Ma, nel vuoto di investimenti attuale, la NASA rimane l'unico soggetto capace di sviluppare vettori riutilizzabili. [segue] 

Peter Wainwright (SpaceFuture - UK/JAPAN)

Shuttle per sempre? Il Venturestar, comunque, non era progettato per portare passeggeri

Ci vorrà molto tempo, per la NASA, per convincere tutti che sta realmente lavorando per ridurre il costo di messa in orbita e darci ciò che veramente vogliamo: il turismo spaziale. [segue]

Michael Martin-Smith (Space Age Associates - UK)

Shuttle per sempre? La NASA fa' i conti senza l'oste.

I tagli al budget ridurranno il potere delle burocrazie e favoriranno la crescita, sul mercato, di nuovi protagonisti. Inoltre, la competizione cinese romperà presto la quiete. [segue]

Fabian Eilingsfeld (RocketFinance - Germania

Shuttle per sempre. 

L'aborto del VentureStar/X33 ha "dimostrato" la non fattibilità del libero accesso allo spazio, quod (NASA) erat demonstrandum. [segue]

Adriano Autino (Tecnologie di Frontiera)

Moon jazz.

Le lobby dei razzi spendibili si oppongono allo sviluppo della tecnologia SSTO, come le lobby petrolifere si oppongono al fotovoltaico, sia terrestre che spaziale, le lobby militari mantengono stretto il loro dominio sull'accesso allo spazio... Ma insistiamo a sognare la Luna. [segue]

Una nuova guerra fredda?

La nuova amministrazione USA trova eccessiva, ed intende diminuire, una spesa annua per lo spazio civile che è meno del 5% di quella militare. Che intende invece aumentare, di 50 miliardi di US$ l'anno. [segue]

Turisti e frontiere.

Lo spazio orbitale circumterrestre entra nello spazio decisionale delle persone, piaccia o non piaccia alla NASA [segue]

Una panoramica dei net-media  

WIRED NEWS http://www.wired.com/

L’amministrazione Bush per una razionalizzazione dei programmi spaziali: punta sulla ISS e sulla esplorazione di Marte. 

E taglia altri programmi meno finalizzati, fra cui Pluto-Kuiper Express (destinato ad esplorare i confini del Sistema Solare), e Solar Probe (una sonda per lo studio ravvicinato della corona solare). Louis Friedman, direttore esecutivo di Planetary Society, ha commentato negativamente.

Bush alla NASA: Agire localmente - di J. Terraciano 

SPACEREF  http://www.spaceref.com/ 

4 miliardi di US$ di costi aggiuntivi per la ISS: l’amministrazione Bush taglia parecchi programmi di ricerca ed esplorazione spaziale. 

Come al solito la primavera porta notizie di costi aggiuntivi, riprogettazioni, colpevolizzazioni incrociate e tentativi di sopprimere il progetto, nel Congresso USA. Ma questa volta il cambio dell'amministrazione aggiunge un dato di incertezza politica. Dan Goldin torna a lavorare per un Presidente Repubblicano, che tenta di governare con un minimo di consenso dalle due parti.  

Articolo di K. Cowing - April 05, 2001 

AVIATION NOW http://www.aviationnow.com/  
La NASA cancella X-33, X-34 e taglia 1 miliardo di US$ alla Space Station nel 2002. L’amministrazione punta a risparmiare, sulla ISS, 4 miliardi di US$ nei prossimi 5 anni.
I fondi non più destinati a progetti “faraonici” come X-33 ed X-34 saranno ora disponibili, nel contesto della Space Launch Initiative, per imprese più motivate, come Kistler e Kelly Aerospace. Ma: il Single Stage To Orbit sembra tornare un sogno fantascientifico.
Bush spinge Marte, ed imposta una revisione complessiva del volo spaziale. Il programma dei voli shuttle è ridimensionato: da 8 a 6 voli annuali, ma il progetto della Space Station rimane più o meno inalterato.
Un articolo di Frank Morring, Jr./Washington 

FLORIDA TODAY http://www.flatoday.com/  May 1, 2001

In crescita l’interesse del Pentagono per lo spazio. 

di Steven Siceloff

Il Presidente Bush ha già chiesto al Congresso un aumento del budget militare del 4% per il 2002. Il Pentagono chiede 300 miliardi di US$ in più nei prossimi sei anni. Scudo missilistico, armi anti-satellite, satelliti spia, ricevitori e trasmettitori per satelliti e ground station resistenti alle interferenze fra le tecnologie allo studio. 

La Air Force potrebbe pagare la Lockheed Martin per terminare il test dell’X33, SSTO in versione automatizzata. Anche un mini Delta Clipper, testato in volo negli anni ’90, potrebbe essere riesumato per scopi militari. 

È iniziata una nuova guerra fredda? A quando la costruzione dei nuovi muri di Berlino?

 

SPACE.COM http://www.space.com/ 

La NASA tra l’incudine dei tagli al budget voluti da Bush ed il martello della necessità di tenere vivo l’interesse dell’opinione pubblica.

NASA: Missioni limitate non sono abbastanza per alimentare l'immaginazione pubblica.

Da un articolo di Steven Siceloff - 05 April 2001

Il programma spaziale americano dovrebbe, secondo il parere espresso da esperti spaziali, adottare un piano di esplorazione del sistema solare, se vuole tenere desto l'interesse del pubblico. Mandare humani sulla Luna, su Marte e su Europa, che gli scienziati dicono coperta d'acqua. Per rispondere ad una domanda antica: siamo soli nell'universo? Il pubblico, più interessato ai circenses, troverebbe banale lo sviluppo sia della ISS che della flotta degli shuttle. Secondo lo scrittore di fantascienza Allen Steele una missione umana su Marte dopo il completamento della ISS sarebbe un impulso formidable alla scienza spaziale ed alle relazioni internazionali.

SPACEREF  http://www.spaceref.com/ 

Uno sguardo nella discussione sui costi aggiuntivi della ISS, svoltasi ad aprile 2001 nella commissione scientifica del Congresso USA (da Spaceref.com).

 SPACE.COM http://www.space.com/

Scienziati suggeriscono alla NASA di riconsiderare la Luna - di Leonard David 30/03/01

1200 ricercatori, in occasione della recente 32° Conferenza Lunar and Planetary Science, tenutasi presso il Johnson Space Center di Houston in Texas, hanno firmato una petizione, indirizzata al capo della scienza spaziale NASA, Edward Weiler, in cui chiedono sia data maggior priorità a missioni lunari, allo scopo di indagare i segreti che risultano dai dati inviati a terra dalle sonde Clementine nel 1994 e Lunar Prospector nel 1998.

FLORIDA TODAY http://www.flatoday.com/  

La NASA sospende a tempo indefinito la selezione degli aspiranti astronauti - di Kelly Young

Bruce Mahone, presidente della Aerospace Industries Association: “…la nuova amministrazione non ha chiarito le proprie intenzioni in merito allo spazio civile…”. Quasi la metà degli effettivi non ha mai volato. 
La decisione di sospendere a tempo indefinito le selezione degli astronauti ha il solo precedente del 1986, in seguito al disastro del Challengere (la sospensione fu poi confermata anche nel 1988). Mahone commenta: "...come nel caso degli investimenti, l'incertezza induce a mettersi da parte e stare a vedere che cosa succederà."

AUSTIN360 http://austin360.com/ 

NASA: stop allo sviluppo della spazionave X-33

da un articolo di Matt Crenson - AP National Writer 

1.25 miliardi di US$ spesi fino ad oggi per il controverso X-33, che non ha mai avuto un test di volo. I critici dicono che il progetto era troppo ambizioso per avere successo. “Niente da stupirsi” dice Charles Lurio, un consulente aerospaziale “il veicolo era sostanzialmente progettato per fallire.” 

L’agenzia spaziale conta ora di sviluppare la tecnologia per ridurre il costo della messa in orbita di un fattore 10 entro i prossimi 10 anni, attraverso il progetto denominato Space Launch Initiative. 

FLORIDA TODAY http://www.flatoday.com/  

Sarebbe ora che la NASA adottasse una politica di turismo spaziale 

Un editoriale di FLORIDA TODAY - March 30, 2001 

Il magnate californiano Dennis Tito ha speso 20 milioni di US$ per la vacanza più lussuosa della storia: un viaggio su un taxi russo fino alla ISS. Con il vento che tira, la NASA non dovrebbe disprezzare fonti alternative di fatturato...