LIBERTA' PER LA SCIENZA! 8 x MILLE ALLA RICERCA SCIENTIFICA!

NEWSLETTER TDF 1/2001


Cari Co-Planetari,

Se guardate in alto, da qualche settimana, vedrete una nuova stella. Solo che non è una stella, ma una casa in orbita bassa, a 370 km dalla superficie del pianeta: è la International Space Station, che ha spiegato le sue ali solari, ed accende un faro nella notte del cosmo! Che per noi è anche un faro culturale, il primo lampione acceso su una strada tutta da costruire. E proprio in questi giorni il modulo Destiny, destinato alla ricerca scientifica, è stato portato fino alla ISS dallo shuttle Atlantis, ed assemblato alla stazione dagli astro-tecnici Tom Jones e Bob Curbeam.

Quasi come un’eco, qui in Italia, si verifica un evento politico straordinario: piu’ di mille scienziati e docenti universitari prendono posizione pubblicamente, in difesa della libertà di ricerca scientifica. Si tratta finalmente di una posizione chiara, dalla parte del genere umano, in aperta critica della linea politica ecologista che vorrebbe imporre il bavaglio alla ricerca e “mettere il lucchetto al cervello”, come ha giustamente commentato Rita Levi Montalcini.

TDF aderisce al manifesto Dulbecco-Regge e sostiene la manifestazione del 13 febbraio a Roma. In proposito si veda anche il nostro Comunicato Stampa

La manifestazione del 13 febbraio a Roma è un fatto politico straordinario, una specie di faro da 10.000 watt che si accende nella notte ideologica e culturale di questo paese!

La prova di quanto sopra è l'affannarsi e l'arrampicarsi sugli specchi di _tutto_ il mondo politico: da Pecoraro Scanio che si genuflette (a parole) davanti alla Montalcini (e poi comunque si arroga il diritto di controllare qualsiasi ricerca), ai DS che si esercitano nell'ennesima svolta dove tira il vento, a Berlusconi e Casini, che promettono tardivi ponti d'oro alla ricerca.

Questo dopo che tutti quanti, al governo, hanno strozzato la ricerca per anni, diminuendo i fondi e non facendo nulla per aumentare la fruibilità dei fondi europei; e, all'opposizione, non hanno mai speso per la ricerca che poche parole di rito. Salvo saltare in groppa alla tigre quando si manifesta.

Come andiamo dicendo da un pò di tempo, i cosiddetti poli sono focalizzati sull'era industriale, ormai finita, e non possono che essere a rimorchio dei fenomeni sociali dell'era elettronica: mai era apparso chiaro come in questi giorni! 

Quanto ai verdi, ed a tutti coloro che privilegiano il resto non umano della natura, credo che oggi si siano resi conto di avere finalmente un avversario politico che sta dalla parte del genere umano!

La corrente di pensiero che si è manifestata la vigilia di San Valentino può dare inizio ad un enorme movimento neo-umanista: intorno all'obiettivo politico dell'8 x mille alla ricerca possimao fare moltissimo. Ma occorre assicurare un seguito organizzativo, e battere il ferro finchè è caldo.

Vorremmo, pur con i nostri limiti, essere d'aiuto. Nel nostro piccolo, noi di TdF abbiamo qualcosa da contribuire, a livello filosofico ed ideologico, ed alcuni collegamenti internazionali non disprezzabili (TDF viene letta ancora maggiormente dall'estero, soprattutto USA e UK, che dall'Italia). Il nostro impegno totale per la ricerca scientifica e tecnologica è online, in tutti i nostri articoli fin dall'inizio di TdF, e tutti possono vederlo.

Qui mi rivolgo a tutti i sostenitori, e non solo Italiani, del Movimento per la Libertà della Scienza: considerate il sito di TdF ed i suoi forum (ne possiamo aprire uno nuovo dedicato in cinque minuti) a completa disposizione del movimento!

Sembra quasi passato in secondo o terzo piano, ma per noi che abbiamo lavorato tanto, anche questo è comunque un evento degno di nota: TDF 1/2001 è uscita, completamente rinnovata sia nella grafica che nell’impianto editoriale, secondo gli obiettivi che ci eravamo prefissi al seminario di novembre del 2000! Il sommario:

POLITICA ED ECONOMIA:

ALIMENTAZIONE E SCIENZA:

INDIRIZZO DELLA RICERCA TECNOLOGICA:

RECENSIONI:

ASTRONAUTICA:

IN DIFESA DELLA SCIENZA:

IL 2001 È QUI: MA LO SPAZIO DOV'È?:

OUTREACH: 40° ANNIVERSARIO DEL PRIMO VOLO SPAZIALE:

Guardate in alto!

 Adriano Autino

 

[AA - TDF 1/2001 - 13/02/2001]