Comunicato stampa --


LIBERTA' PER LA SCIENZA! 
8x1000 AD UN FONDO PER LA RICERCA SCIENTIFICA E TECNOLOGICA!


L’Ufficio di Presidenza del Vettore Tecnologie di Frontiera ( http://www.tdf.it/ ) comunica quanto segue:

1) Il Vettore TDF, finalizzato alla costruzione di una piattaforma filosofica neo-umanista, aderisce al Manifesto dei proff. Dulbecco e Regge, e firmato da oltre 1000 scienziati e docenti universitari.

2) Il Vettore TDF esprime piena solidarieta' e sostegno alla manifestazione di martedi' 13/02 a Roma, indetta dagli stessi promotori del manifesto menzionato.

3) Il Vettore TdF riprende e fa suo l'appello Dulbecco-Regge, e lo pubblica interamente su TDF numero 1/2001, in uscita in questi giorni.

4) In aperto contraddittorio con le posizioni del Ministro Pecoraro Scanio e del movimento verde-ecologista sosteniamo che il fenomeno della BSE, come i precedenti problemi del latte alla diossina, e tutti i problemi ambientali, di alimentazione e di risorse, che affliggono le società post-industriali e piu’ in generale, la specie umana all'inizio del terzo millennio, non sono dovuti ad eccessi della ricerca scientifica, bensì a criminale sottovalutazione delle enormi esigenze di ricerca scientifica, in un pianeta che ha superato i sei miliardi di abitanti.

5) Di tale sottovalutazione sono in primo luogo responsabili coloro che alimentano illusioni in soluzioni semplicistiche ed impossibili “ritorni alla natura”, estremamente improbabili, a meno che non si adottino “soluzioni” di genocidio, comunque mascherate.

6)  Sono da ritenersi altrettanto responsabili tutti coloro che speculano, a vario titolo ed interesse, sulle carenze della ricerca scientifica per adottare frettolosamente processi produttivi non testati, o testati frettolosamente e senza il necessario rigore scientifico, per trarne profitti facili sulla pelle dei cittadini e dei consumatori.

7)  Qualsiasi illusione o superstizione antiscientifica o, peggio, leggi liberticide quali quella che contestiamo, anche se avanzate in nome di una supposta etica, non sono ne' etiche ne' innocue, ma sono invece dei pericolosi apripista per soluzioni autoritarie e regressive.

8)  Sosteniamo inoltre, in aperto contraddittorio con chi vede l'attuale patrimonio umano come un "peso insostenibile per la natura", che tale patrimonio e' la ricchezza piu' grande che l'umanita' abbia mai avuto, e che senza tale patrimonio non potremmo mai sperare di superare i limiti naturali del nostro mondo natale.

9) L’umanità, unica specie senziente nel cosmo conosciuto, puo’ unicamente confidare nella propria intelligenza, e quindi nella scienza, per superare i limiti del proprio pianeta-culla ed accedere ad un contesto piu’ grande, dove riprendere il proprio sviluppo e la propria crescita, quantitativa e qualitativa, culturale e civile.

10)TdF lancia un grande obiettivo politico (gia' proposto da TdF nel 1999 in un programma di punti per l'apertura della frontiera spaziale), e rilanciato in un recente editoriale anche da Vincenzo Bellone, direttore di Le Scienze (edizione italiana di Scientific American):

Sia data la possibilita' ai contribuenti di destinare l'8x1000 del proprio contributo fiscale ad un Fondo per la Ricerca Scientifica e Tecnologica da costituirsi.

Siamo disponibili a contribuire all'organizzazione di una campagna in sostegno di tale obiettivo, insieme a tutti coloro che vorranno condividerlo.

Guardate in alto!

Adriano Autino


-- Adriano Autino
_____________________________________________________________________
President - Technologies of the Frontier
web: http://www.tdf.it/
e-mail: adriano.autino@tdf.it
-- Adriano Autino
_____________________________________________________________________
President General Manager - ANDROMEDA s.r.l.
Real Time Systems, Tools and Methodologies for Aerospace Industry and Research
web:  http://www.andromeda-srl.com/
e-mail: adriano.autino@andromeda-srl.com
_____________________________________________________________________

via Borgomasino, 25/A

13040 Moncrivello (VC) ITALIA

tel. +39.0161.433688 - fax +39.0161.423605 - cell. 0335.8244435

[UP - TDF 1/2001 - 11/02/2001]