Abbiamo trovato sul WEB, proposto dall'organizzazione statunitense PRO-SPACE, il seguente disegno di legge, che ci sembra molto interessante, nella stessa direzione di alcune proposte di TDF.


Progetto di legge per la concessione

di un credito di imposta in favore dell'investimento nel trasporto spaziale
7 giugno 1999

S./H.R._____

Per modificare il codice tributario del 1986 al fine di incoraggiare lo sviluppo di un'industria statunitense del trasporto spaziale a fini commerciali più efficiente e per altre finalità.

_____________________________

NEL SENATO/NELLA CAMERA DEI RAPPRESENTANTI

giugno __, 1999

( ), ha presentato il seguente disegno di legge, trasmesso al Comitato

_____________________________

Disegno di legge

Per modificare il codice tributario del 1986 al fine di incoraggiare lo sviluppo di un'industria statunitense del trasporto spaziale a fini commerciali più efficiente e per altre finalità.

Promulgata dal Senato e dalla Camera dei rappresentanti degli stati Uniti di America riuniti in sede di congresso,

SEZIONE 1. TITOLO ABBREVIATO, INDICE.

  1. TITOLO ABBREVIATO - La presente legge può essere citata come la " legge del 1999 sugli incentivi all'investimento nel trasporto spaziale a fini commerciali" (Commercial Space Transportation Investment Incentives Act of 1999)

  2. INDICE.- L'indice di questa legge è il seguente:

Sez. 1. Titolo abbreviato; Indice.

Sez. 2. Conclusioni.

Sez. 3. Finalità.

Sez. 4. Definizioni.

Sez. 5. Credito per l'assunzione di "Partecipazioni in imprese fornitrici di veicoli di trasporto spaziale".

SEZIONE. 2. CONCLUSIONI

Il Congresso trae le seguenti conclusioni:

    1. L'industria statunitense dei veicoli di trasporto spaziale a fini commerciali è una parte essenziale dell'economia nazionale e le opportunità per i fornitori statunitensi di tale settore aumentano con l'espansione dei mercati internazionali.

    2. Lo sviluppo dell'industria statunitense dei veicoli di trasporto spaziale a fini commerciali è in linea con gli interessi di sicurezza nazionale e gli interessi di politica estera degli Stati Uniti.

    3. I partner commerciali degli Stati Uniti sono riusciti a ridurre massicciamente i loro costi di trasporto spaziale a fini commerciali sia grazie finanziamenti diretti per lo sviluppo di prodotti a finalità commerciale sia grazie a benefici indiretti derivanti dal riconoscimento di uno status che permette di non dover rispettare i meccanismi dell'economia di mercato.

    4. Poiché gli incentivi degli Stati Uniti per lo sviluppo di veicoli di trasporto hanno in passato privilegiato finalità civili e militari anziché commerciali, i costi di lancio degli Stati Uniti sono rimasti comparativamente elevati e la tecnologia di lancio statunitense non ha avuto orientamento commerciale.

    5. Di conseguenza, la quota statunitense sul mercato commerciale mondiale, che vent'anni fa era quasi del 100%, è scesa nel 1998 a circa il 47%.

    6. Per evitare un'inauspicabile dipendenza da servizi di trasporto spaziale esteri, gli Stati Uniti devono adoperarsi per disporre di una sufficiente capacità interna, caratterizzata da qualità elevata e costi contenuti del servizio fornito.

    7. Un'industria statunitense in grado di fornire servizi di trasporto spaziale a fini commerciali validi, di qualità elevata e a costi contenuti comporterà anche un sostanziale risparmio per il contribuente, dal momento che permetterà al governo statunitense di ridurre la propria spesa per l'accesso allo spazio.

    8. L'apertura della frontiera dello spazio al popolo americano deve essere considerata dal governo degli Stati Uniti altamente prioritaria all'inizio del 21° secolo.

    9. La chiave per aprire questa frontiera e mantenere la leadership degli Stati Uniti sul mercato mondiale non è costituita da un altro massiccio programma governativo bensì dalla concessione, su base crescente e tempestiva, del necessario sostegno da parte del governo, così da permettere al settore privato nazionale, economicamente più efficiente, di costruire veicoli di trasporto spaziale a costi contenuti.

    10. Le imprese del settore privato degli Stati Uniti stanno già cercando di sviluppare diversi veicoli di trasporto spaziale a costi contenuti, ma l'insufficienza di finanziamento privato, particolarmente nelle prime fasi di sviluppo, si è rivelata un grosso ostacolo, un ostacolo che è stato rimosso dai nostri partner commerciali offrendo accesso diretto ai finanziamenti statali.

    11. Considerata la forza e la creatività dell'industria privata degli stati Uniti, un'alternativa più efficace all'approccio dei nostri partner commerciali è, per il governo statunitense, quella di fornire a tutta l'industria incentivi limitati che aiutino le imprese del settore privato USA a qualificarsi per ottenere finanziamenti facenti capo ai capitali privati che non riuscirebbero altrimenti ad ottenere nelle fasi critiche dello sviluppo del progetto, mantenendo al tempo stesso al minimo la partecipazione del governo.

SEZ. 3. FINALITÀ'.

Le finalità della presente legge sono--

    1. garantire la disponibilità di finanziamenti "in partecipazione" facenti capo a capitali privati, altrimenti non ottenibili, finalizzati allo sviluppo da parte del settore privato statunitense di veicoli commerciali di trasporto spaziale con costi di lancio nettamente inferiori agli attuali livelli;

    2. e, come risultato--

    1. evitare un'inauspicabile dipendenza da servizi esteri di trasporto spaziale;

    2. ridurre in modo sostanziale la spesa del governo degli Stati Uniti per il trasporto spaziale;

    3. aumentare la competitività internazionale dell'industria spaziale degli Stati Uniti;

    4. incoraggiare la crescita delle attività commerciali legate allo spazio sia negli Stati Uniti e a livello internazionale; e

    5. aprire al popolo americano la frontiera dello spazio.

SEZ. 4. DEFINIZIONI.

Ai sensi della presente legge si intendono per:

    1. SEGRETARIO.-- Il Segretario del Dipartimento dei Trasporti degli Stati Uniti;

    2. SITO DI LANCIO SPAZIALE.-- Una località dove avvengono lanci o atterraggi, comprese tutte le relative strutture e le componenti del sito ove avvengono lanci o atterraggi, necessarie per effettuare un lancio, sia esso situato a terra, in mare, nell'atmosfera terrestre, o oltre l'atmosfera terrestre;

    3. VEICOLO DI TRASPORTO SPAZIALE.-- Tutti i tipi di veicoli, esistenti o in fase di progetto, sviluppo, costruzione, ricostruzione o ricondizionamento; fabbricati negli Stati Uniti da fornitori statunitensi di veicoli commerciali di trasporto spaziale, quali definiti più avanti e di proprietà di detti fornitori commerciali, destinati ad essere utilizzati nello spazio, o a trasportare carichi paganti da e per o nello spazio, nonché lungo traiettorie suborbitali, compresa ogni componente di tali veicoli non espressamente progettata o adattata per un carico pagante;

    4. STATO.-- Ciascuno dei diversi Stati dell'Unione, il Distretto di Columbia, il Commonwealth di Puerto Rico, le Virgin Islands, Guam, American Samoa, il Commonwealth delle Northern Mariana Islands, e qualsiasi altro Commonwealth, territorio, o possedimento degli Stati Uniti;

    5. FORNITORE COMMERCIALE DEGLI STATI UNITI.-- Un fornitore commerciale, ai sensi della legislazione degli Stati Uniti o di uno Stato, costituito in società per azioni o società a responsabilità limitata (Limited Liability Company - LLC), che è--

    1. detenuta per più del 50 per cento da cittadini degli Stati Uniti; o

    2. una società affiliata di una società estera e il Segretario dei Trasporti ritiene che--

    1. detta società affiliata ha dato prova in passato di un impegno sostanziale nei confronti del mercato degli Stati Uniti attraverso--

    1. investimenti negli Stati Uniti nella ricerca, sviluppo e fabbricazione a lungo termine (compresa la fabbricazione di componenti principali di grandi componenti e sottoassemblaggi); e

    2. contributi significativi all'occupazione negli Stati Uniti e

    1. il paese o i paesi nei quali tale società estera è costituita o organizzata e, se del caso, dove svolge principalmente la sua attività commerciale, offre o offrono alle società descritte alla lettera (a) un regime di reciprocità comparabile a quello offerto a tale società affiliata della società estera negli Stati Uniti, come dimostrato da--

    1. offerta alle società di cui alla lettera (a) di equivalenti opportunità di partecipazione alle attività di ricerca e sviluppo finanziate a livello statale analogamente a quanto previsto dalla presente legge;

    2. mancanza di ogni ostacolo per le società di cui alla lettera (a) in merito alle opportunità di investimento locali, che non sono fornite a società estere negli Stati Uniti e

    3. fornitura di una protezione adeguata ed efficace dei diritti di proprietà intellettuale alle società di cui alla lettera (a).

    1. FORNITORE COMMERCIALE STATUNITENSE DI VEICOLI DI TRASPORTO.-- Un fornitore commerciale statunitense che si occupa della progettazione, dello sviluppo, della produzione o dell'esercizio di veicoli commerciali di trasporto spaziale.

    2. INDUSTRIA STATUNITENSE DEI VEICOLI COMMERCIALI DI TRASPORTO.-- L'insieme dei fornitori commerciali di veicoli di trasporto spaziale.

    3. COSTI DI LANCIO SIGNIFICATIVAMENTE INFERIORI AGLI ATTUALI LIVELLI.-- Per il segmento di mercato per il quale o nel quale il veicolo di trasporto spaziale è progettato, sviluppato, prodotto, oggetto di manutenzione o gestito, i costi di produzione, manutenzione e gestione del veicolo corrispondono al 50% dei costi attuali di lancio in tale segmento di mercato.

SEZ. 5. CREDITO PER L'ASSUNZIONE DI "PARTECIPAZIONI IN IMPRESE FORNITRICI DI VEICOLI DI TRASPORTO SPAZIALE"

  1. Generalità.-- La Parte IV del sottocapitolo A del capitolo 1 del Codice tributario del 1986 (concernente il credito di imposta) è modificata con l'aggiunta della seguente nuova sezione in coda al testo esistente:

  2. Sottoparte H - Credito per trasporto spaziale.

Sezione 54 - Credito per l'assunzione di partecipazioni in imprese fornitrici di veicoli di trasporto spaziale.

  1. Generalità.-- Sull'imposta stabilita dal presente capitolo è concesso per ogni anno fiscale un credito d'imposta di importo pari a:

    1. 20% dell'importo complessivamente pagato durante l'anno fiscale per l'acquisto di partecipazioni in imprese fornitrici di veicoli di trasporto spaziale qualificate.

  1. Partecipazioni in imprese fornitrici di veicoli di trasporto spaziale qualificate - ai sensi della presente sezione -

    1. Generalità.-- Per " di partecipazioni in imprese fornitrici di veicoli di trasporto spaziale qualificate" si intende qualsiasi partecipazione ordinaria in una società per azioni o qualsiasi partecipazione in una società a responsabilità limitata(LLC) legalmente costituita, se --

    1. Alla data dell'emissione, tale società per azioni è fornitrice di veicoli di trasporto spaziale qualificata.

    2. il titolo attestante la partecipazione è acquistato dal contribuente al momento dell'emissione originaria (direttamente o tramite un consorzio di garanzia e collocamento)

    1. In cambio di denaro o altri beni patrimoniali (esclusi titoli di partecipazione) e

    1. I fondi raccolti tramite tale emissione sono usati dall'emettitore nei 36 mesi successivi alla data di emissione conformemente all'uso da questi previsto e indicato al Segretario dei trasporti di cui alla Sezione (d) nella domanda di certificazione.

    1. impresa fornitrice di veicoli di trasporto spaziale qualificata -- qualsiasi fornitore qualificato di veicoli di trasporto spaziale statunitense che è stato certificato dal Segretario dei trasporti, come indicato alla lettera (d) più avanti.

  1. Revoca del credito nei casi in cui l'emittente cessa di essere qualificato --

    1. Generalità.-- Se durante il periodo di 3 anni che inizia alla data in cui il contribuente ha assunto la partecipazione in imprese fornitrici di veicoli di trasporto spaziale qualificate, chi ha emesso i titoli di partecipazioni non soddisfa più i requisiti di cui alla lettera (b)(2), fatta salva qualsiasi disposizione del presente sottotitolo, il credito d'imposta è revocato ed il corrispondente ammontare torna a far' parte dell'imposta dovuta dal contribuente per l'anno in cui è venuta a cessare la qualifica in oggetto.

  1. Certificazione di veicoli di trasporto spaziale a fini commerciali degli Stati Uniti --

    1. Programma di certificazione dell'industria statunitense dei veicoli di trasporto spaziale a fini commerciali.

    1. Istituzione del programma.-- È stabilito l'avvio di un programma di certificazione dell'industria statunitense dei veicoli di trasporto spaziale a fini commerciali volta a fornire la certificazione necessaria per essere qualificati a fruire del credito a molteplici fornitori statunitensi di veicoli di trasporto spaziale con costi di lancio nettamente inferiori agli attuali livelli.

    2. Gestione del programma.-- Il programma è messo in atto dal Segretario ai trasporti, con procedura di applicazione semplificata, conformemente alle disposizioni della presente sezione e delle eventuali leggi collegate, in consultazione con altri funzionari del governo statunitense e rappresentanti del settore privato, ove necessario, ai fini di garantire una gestione efficace e tempestiva del programma e una certificazione semplificata.

    3. Campo di applicazione del programma.--

    1. Sostegno temporaneo del governo.-- Il programma di certificazione dell'industria statunitense dei veicoli di trasporto spaziale a fini commerciali ha lo scopo di certificare l'ammissibilità ai crediti di imposta affinché gli investitori sostengano finanziariamente le imprese impegnate nello sviluppo dei veicoli di trasporto spaziale a fini commerciali qualificate durante le fasi di start-up.

    2. Esclusione dei siti di lancio.-- Il programma non fornisce certificazione per la costruzione, ricostruzione o ristrutturazione di siti di lancio spaziali

    1. Non-divulgazione di materiali riservati.-- I materiali presentati al Segretario da imprese statunitensi fornitrici di veicoli di trasporto spaziale a fini commerciali e relativi ad una domanda presentata nell'ambito del programma di certificazione dell'industria statunitense dei veicoli di trasporto spaziale a fini commerciali, considerati riservati dal fornitore commerciale e contenenti segreti commerciali o informazioni commerciali, finanziarie o tecniche che non sono generalmente di pubblico dominio, non sono divulgate dal Segretario a persone che non siano funzionari o impiegati dello Stato, fatte salve altre disposizioni di legge.

    2. Consultazione.-- Il Segretario consulta, nella misura ritenuta necessaria per attuare efficacemente la presente legge, le opportune agenzie federali, i rappresentanti del Congresso e dell'industria del trasporto spaziale.

    3. Gestione del programma.--Il Segretario gestisce il programma di certificazione in maniera coerente con le finalità della presente legge.

    1. Autorizzazione del Segretario a certificare fornitori di veicoli.

Il Segretario certifica i fornitori di veicoli che --

Dimostrano mediante presentazione di informazioni tecniche e finanziarie di possedere ragionevoli possibilità di sviluppare, gestire o sottoporre a manutenzione veicoli di trasporto spaziale o veicoli ad un costo di lancio nettamente inferiore agli attuali livelli.

L'autorizzazione del Segretario si presume accordata se entro 120 giorni dalla presentazione della domanda il Segretario non stabilisce che il fornitore non possiede ragionevoli possibilità di ridurre i costi di lancio in modo significativo.

Una volta certificato, un fornitore di veicoli deve presentare ogni anno al Segretario una lettera contenente un parere di audit certificato, a verifica del fatto che i fondi sono da lui stati sostanzialmente impiegati in conformità a quanto indicato nella sua domanda.

    1. La mancata presentazione della lettera contenente il parere di audit certificato che verifica la sostanziale conformità con quanto indicato nella domanda comporterà per il fornitore di veicoli la perdita della certificazione.


La stessa pagina è visibile a: http://www.prospace.org/prospace/documents/99-taxcreditbill.htm 

PS - TDF 2/2000 - 30/04/2000

Torna alla Home Page