Scienziato Spaziale, Nato a Berlino, Germania - 24 marzo 1917 

Da bambino guardò il leggendario film di Fritz Lang, La Donna sulla Luna, una dozzina di volte. La sua mente geniale ed il suo spirito appassionatamente umanitario furono infiammati dalla determinazione di sviluppare le tecnologie astronautiche che potessero un giorno aprire un mondo di spazio più ampio per l’umanità... e non solo per l'esplorazione. 

A causa della sua decisione di diventare uno scienziato aerospaziale, al tempo in cui questa disciplina era solo agli inizi, fu letteralmente costretto ad inventare la propria istruzione. All'età di 12 anni fondò una società di razzi nella sua natia Germania. Studiò meccaniche celesti e fisica nucleare all'Università Tecnica di Berlino, dove ricevette una laurea in Ingegneria Aeronautica. 

In quanto tedesco, fu costretto a combattere contro i russi nella seconda guerra mondiale, sotto il dittatore che più disprezzava. Ferito, fu trasferito al centro missilistico V-2 di Peenemunde, dove ha servito come ingegnere di propulsione dal 1942 al 1945. Ehricke divenne un membro chiave del famoso team di sviluppo missilistico di Peenemunde, specializzandosi nel sistema di propulsione per il razzo tedesco V-2. È stato in quel periodo, lavorando su progetti spaziali futuri, che Ehricke concepì le sue teorie sul volo spaziale umano e sulla propulsione nucleare. 

Emigrato negli Stati Uniti nel 1947, lavorò per il U.S. Army Ordinance Department, dove ebbe l’opportunità di proseguire il suo lavoro sui missili balistici e sui veicoli spaziali, diventando uno dei più grandi scienziati spaziali del mondo. Quando la ricerca e lo sviluppo spaziale si rivolsero all’industria, nei primi anni 50, si unì alla General Dynamics Astronautics Division, di recente formazione. Come specialista di disegno concettuale, partecipò allo sviluppo del Missile Balistico Intercontinentale Atlas, che diede inoltre prova di essere uno dei primi lanciatori affidabili, per l'USAF e la NASA. 

Il Dott. Ehricke doveva divenire famoso nel mondo per i suoi contributi e per la sua profonda comprensione della tecnologia e del significato filosofico dello sviluppo spaziale. Negli anni cinquanta, alla General Dynamics, contribuì allo sviluppo dell’Atlas. La sua brillante inventiva ha avuto un ruolo notevole nel successo dei programmi spaziali Americani. Nel 1959 fu nominato Direttore del programma Centaur, e nel 1962 Direttore degli Studi Avanzati. Fu nominato Vicepresidente della General Dynamics, dopo avere inventato Centaur, il primo veicolo di lancio dotato di stadio superiore ad idrogeno liquido. Centaur conferì agli Stati Uniti il mezzo per viaggiare nel sistema solare mediante sonde planetarie, che hanno raccolto tutte le informazioni oggi in nostro possesso sui pianeti nostri vicini di casa. Nel 1974 Ehricke fu nominato Scienziato Principale al North American Rockwell Space Systems Division, dove sviluppò i suoi concetti su molteplici temi, come: lo sfruttamento dello spazio per il beneficio dell’umanità, il viaggio interplanetario, la generazione di energia elettrica, le installazioni industriali nello spazio e l’attività mineraria sulla Luna e sui pianeti. Come consulente della NASA, dell'Aeronautica Militare Americana, dell’industria, ha portato le proprie conoscenze e le proprie capacità in tutti i programmi spaziali. È stato inoltre a capo della Space Global, una ditta di consulenza astrofisica di livello mondiale. 
Nel 1966 è stato investito della International Aerospace Hall of Fame.

Nel corso degli anni 70 il Dr. Ehricke è stato leader di studi avanzati, presso la Rockwell International, ed ha lavorato in modo indipendente per presentare la prima teorizzazione concettuale, organicamente completa, per l'industrializzazione e la commercializzazione spaziale. Tutto questo produsse un lascito incommensurabile di studi, disegni, scritti e disegni, che descrivono la colonizzazione della Luna e lo sviluppo del sistema Geo-Lunare. Il Dott. Ehricke ha dedicato la propria vita alla promozione del concetto dello sfruttamento pacifico dello spazio, per il beneficio dell’umanità, lavorando senza tregua fino a i suoi ultimi istanti. Gli è sopravvissuta la moglie Ingeborg, e le sue tre figlie, che nel 1985 fondarono il Krafft A. Ehricke Institute, per lo Sviluppo dello Spazio. 


Goddard, Robert

b. Oct. 5, 1882, d. Aug. 10, 1945

versione italiana tbd - versione inglese


Konstantin E. Tsiolkovskiy

b. 1857 - d. 1935

versione italiana tbd -  - versione inglese


Robert M. Pirsig

b. 1928 - 

Robert Maynard Pirsig è nato a Minneapolis, negli Stati Uniti, nel 1928. Le sue attività prevalenti sono quelle dello scrittore, del filosofo e dell’antropologo, ed ha pubblicato due romanzi-saggio: “Lo Zen e l'arte della manutenzione della motocicletta: un'indagine nei valori” nel 1974, e “Lila: un'indagine sulla morale”, nel 1991. Nelle due opere Pirsig sviluppa la sua ricerca sulla Metafisica della Qualità. La sua formazione culturale si è sviluppata negli Stati Uniti, all'Università del Minnesota, ed in India, presso l'Università induista di Benares. RMP ha avuto un’esistenza travagliata, trascorrendo parecchi periodi in clinica per problemi psichici susseguenti un esaurimento nervoso, tra il 1960 ed il 1963. Grazie alla sua forte capacità analitica, ad un quoziente di intelligenza non comune (170), ed alle scelte autoformative che ha saputo condurre, Pirsig è riuscito ad elevarsi al di sopra delle limitative consuetudini culturali occidentali, costruendo una metafisica estremamente moderna ed utile, di cui il mondo non ha ancora compreso appieno le potenzialità e la portata.


Torna alla Home Page