Il contributo che segue, preparato dal dr. Marco Bernasconi - Direttore Scientifico di Tecnologie di Frontiera - è un'eccellente introduzione ad un'analisi sociale ed ideologica, finalizzata ad identificare le istanze culturalmente più evolute della moderna società globale, e quindi reperire più facilmente coloro che potrebbero aiutarci sin dall'inizio, in una nostra azione politica e sociale a vasto raggio. Lo spaccato di società che ne emerge non è, ovviamente, che uno scorcio iniziale: intendiamo analizzare anche le motivazioni e le premesse (questa volta per criticarle e, se possibile, invitare i loro sostenitori a prendere in considerazione un angolo di visuale differente) di quanti sono contrari all'impresa spaziale e sostengono, con maggiore o minore consapevolezza, il vecchio paradigma del mondo chiuso. Chiunque si riconosca nelle posizioni schematizzate in uno dei 3 livelli, condivida l'analisi proposta da Marco, oppure voglia proporre una differente analisi della situazione dell'Astronautica, è caldamente invitato a scriverci: redazione@tdf.it,oppure, per contattare direttamente Marco: marco.bernasconi@tdf.it


Tre livelli per l’Astronautica

di Marco C. Bernasconi


Si e’ osservato che nascono ambiguita’ e incomprensioni quando si parla di Astronautica – e la situazione e’ persino peggiore quando viene usato il termine vago di "spazio" – perche’ si attribuiscono a questo termine significati che ammettono diverse interpretazioni. Un paio d’anni fa Wendell Mendell impiego’ le parole "alto" e "basso" per differenziare gli intenti programmatici degli entusiasti del modello "espansionistico" da quelli conservativo/economici del modello dell’establishment. In base agli esempi gia’ disponibili per altri campi di analisi, si propongono qui tre livelli di classificazione della comprensione e sostegno di progetti astronautici, anche con l'intento di evitare possibili risentimenti dovuti all’uso di aggettivi qualificativi come "alto" e "basso".

Qui di seguito si descrive sommariamente la posizione tenuta da persone appartenenti ai diversi livelli, sottolineando i loro atteggiamenti generali, la loro opinione sull’Astronautica, le realizzazioni che ritengono rilevanti e le loro critiche alla situazione attuale dei voli spaziali.

 

Livello 1:

Atteggiamento generale: Le attivita’ scientifiche sono principalmente un’impresa "scientifica" (ricerca e tecnologia). L’esplorazione puo’ essere effettuata razionalmente con veicoli senza equipaggio. I Lightsat rappresentano un modo per diversificare e moltiplicare gli strumenti di ricerca, più adatto al nostro tempo, più saggio, che segue alla guerra fredda. La collaborazione internazionale e’ una logica conseguenza, ed un’agenzia spaziale mondiale ha senso e sara’ presto realizzata.

Realizzazioni: I sistemi nati per lo spazio hanno rivoluzionato la comprensione dell’Universo, del Sistema Solare, e conseguentemente, anche quella del nostro pianeta. Il valore culturale ma anche pratico di questi dati scientifici ha arricchito l’umanita’ con un evidente guadagno rispetto ai costi sostenuti in differenti programmi. Le reti di ricerca internazionali sono state create per contribuire a una buona predisposizione alla cooperazione globale. Le tecnologie sviluppate per un impiego nello spazio hanno portato a prodotti nuovi e/o migliori ance per un uso quotidiano. Gli sviluppi tecnologici hanno contribuito a migliorare l’economia nazionale. Il programma spaziale e’ un fattore motivante per i giovani perche’ si applichino negli studi della matematica, della fisica e delle discipline tecniche, con effetti positivi sulle competitivita’ nazionali.

Critiche: La spesa per la ricerca spaziale è ancora molto bassa e potrebbe essere facilmente incrementata, permettendo un progresso piu’ veloce, in particolare per l’esplorazione del sistema solare e per missioni ancora piu’ eccitanti, aumentando l’impatto culturale di queste attivita’ sulla società in generale. È necessario un ulteriore sviluppo tecnologico per aumentare la risoluzione e la quantità dei dati prodotti dai sensori lanciati nello spazio.

 

Livello 2:

Atteggiamento generale: Il volo spaziale offre un interessante spettro di attivita’ sia scientifiche che utilitaristiche e favorisce la creazione di competenze e tecniche economicamente importanti; inoltre puo’ servire bene quanto qualsiasi "cultura nazionale" per fornire temi di grande ispirazione e motivazione personale. In questo contesto il volo spaziale con equipaggio ha anche un suo ruolo precipuo, come portato visibile della cooperazione pacifica internazionale, benchè per l’esplorazione sia preferibile utilizzare soprattutto veicoli senza equipaggio, molto più a buon mercato (ricerca e tecnologia). Le partnership internazionali sono necessarie a causa dell’alto costo delle attivita’ piu’ avanzate. I servizi forniti dai sistemi nati per lo spazio (comunicazione, navigazione, metereologia, sensori remoti per uso sia militare/civile) sono anche diventati fondamentali per l’economia globale e per la pace; inoltre si tratta di un mercato molto appetibile per societa’ high-tech. Lo stesso vale per i sistemi di lancio e i servizi di trasporto, che sono anche tecnologicamente interessanti. I Lighsat rappresentano un valido supporto per la realizzazione piu’ veloce ed affidabile di servizi spaziali economicamente rilevanti, nonche’ di missioni di ricerca.

Realizzazioni: I sistemi specifici per lo spazio hanno raccolto una significativa quantita’ di dati scientifici e d’ambiente, di grande valore culturale e pratico. Le collaborazioni internazionali ancora in crescita hanno migliorato l’efficienza della ricerca in questo settore. I programmi spaziali hanno attivato interessanti spin-off, stimoli economici, nuovi metodi di gestione, e migliorato le qualifiche scolastiche. Le comunicazioni spaziali hanno reso possibili collegamenti in tutte le parti del mondo e contribuito alla difesa della democrazia. I sistemi di osservazione della terra hanno chiarito le minacce esistenti per la nostra biosfera e saranno di grande aiuto per controllare e gestire le risorse negli anni a venire. I sistemi di navigazione spaziali hanno una notevole rilevanza economica e sono d’aiuto per ridurre il numero di vittime di incidenti in aree remote.

Critiche: La spesa per la ricerca spaziale è piuttosto bassa e potrebbe essere aumentata facilmente: lanciare missioni scientifiche piu’ frequenti; sollecitare un maggior coinvolgimento, in fase di sviluppo delle tecnologie, da parte industriale e commerciale. Le capacita’ di volo con equipaggio devono essere mantenute ed ampliate per sostenere una partecipazione nazionale verso la prossima grande avventura: una missione globale verso Marte, a cui tutte le persone potranno indirettamente partecipare, grazie alla tecnologia della realta’ virtuale. Tuttavia, affinchè questo divenga possibile, e’ fondamentale lo sviluppo di sistemi di trasporto nuovi e piu’ economici.

 

Livello 3:

Atteggiamento generale: In termini generali, l’Astronautica e’ il piu’ importante passo evolutivo per l’umanita’ e per la vita sulla Terra e, dato la presente situazione mondiale, e’ un imperativo categorico per la sopravvivenza. Non e’ mai stata intesa essere o rimanere soltanto un’impresa scientifica o un espressione tecnologica, ma rappresenta un’estensione della ricerca umana al di fuori di questo pianeta, in un dominio extraterrestre, con specifiche modalita’ culturali, fisiche ed economiche. Il volo spaziale apre un ampio orizzonte di possibilita’ per la ricerca scientifica; offre un’arena per attivita’ utilitaristiche i cui prodotti possono arricchire e potenziare gli esseri umani. Il potenziamento deve seguire all’esplorazione, e la presenza umana su larga scala sara’ inevitabilmente necessaria. La filosofia dei Lightsat e’ un insieme di metodologie manageriali finalizzate ad accrescere l’efficienza dello sviluppo spaziale, in primo luogo nei campi della scienza e delle sue applicazioni: qualche impresa spaziale, tuttavia, eccede la scala di complessita’ alla quale questa filosofia e‘ direttamente applicabile. Le collaborazioni, inclusi i consorzi internazionali, possono essere di grande aiuto per la realizzazione dell’impresa, ma non dovrebbero essere mai una precondizione, ne’ il fine principale in se'. I servizi forniti al momento dai sistemi spaziali (comunicazione, navigazione, metereologia, sensori remoti per uso sia militare/civile) con il loro importante ruolo per una societa’ mondiale, indicano il vero potenziale dell’impresa astronautica; similarmente il correlato peso industriale rappresenta lo stadio embrionico delle economie, basate sullo spazio, che verranno.

Realizzazioni: I sistemi specifici per lo spazio hanno raccolto una significativa quantita’ di dati scientifici e d’ambiente, di grande valore culturale e pratico. Alla resa dei conti i programmi spaziali hanno attivato interessanti spin-off e stimoli economici. Le comunicazioni spaziali e altre applicazioni hanno reso possibili collegamenti in tutte le parti del mondo e danno la possibilita’ di proteggere la vita e accrescere la liberta’ delle persone. I sistemi di osservazione della terra hanno chiarito le minacce esistenti per la nostra biosfera e saranno di grande aiuto per controllare e gestire le risorse negli anni a venire. L’obbiettivo raggiunto piu’ alto rimane il programma Apollo, il quale fondeva l’aspirazione umana pioneristica, l’esplorazione e la ricerca scientifica, la gestione responsabile e lo sviluppo tecnologico.

Critiche: Le spese per le attivita’ astronautiche sono diminuite regolarmente per piu’ di trent’anni: molte opportunita’ d’impiego economico e sociale sono state lasciate da parte. Tutto quello che serve per raccogliere i frutti di tale impresa e’ l’impegno nazionale per realizzare un vero programma spaziale, dato che gli investimenti necessari sono piu’ modesti che le spese per la missione Apollo nel suo momento di picco.

[traduzione a cura di L.S.]

Torna alla Home Page