, avremo hotel spaziali nel 2030!

di Patrick Collins

NOSTRA DOMANDA: Caro Patrick, Pierluigi Polignano, un neo-laureato in economia, che fa la sua tesi sul Turismo Spaziale, ha recentemente iniziato a collaborare con TdF, e mi ha mandato un bell’articolo, ora on-line. La frase seguente è estratta dall'articolo: " Poi sarà la volta dei lunar hotel e degli hotel planetari i quali si affermeranno solo quando il mercato sarà davvero maturo e quando le tecnologie a disposizione lo permetteranno, presumibilmente intorno al 2030, afferma Patrick Collins(5) (SpaceFuture), uno dei maggiori esperti del settore a livello mondiale".

Ora, mi sembra che la tua posizione, nel 2000 era, più o meno questa (mi scuso per l’eccessiva schematizzazione): se le agenzie investissero anche solo l’1% del loro bilancio annuale in tecnologie astronautiche (i.e. rlv, per ridimensionare il costo della messa in orbita da 20.000 a 2.000 $/kg, e poi a 200 $/kg), dal 2005 al 2030 il turismo spaziale raggiungerebbe uno sviluppo simile a quello schematizzato nel famoso schema "2030 Space Tourism Business".

Le Agenzie non l’hanno fatto, sebbene la cancellazione dell’X-33, ed il recente test positivo del veicolo a scram-jet  sono segnali di un possibile cambio di rotta. L'impresa di SS1, e la sfida della Cina, sono eventi molto di grande impatto, che possono scatenare una nuova corsa allo spazio, e questa volta di taglio decisamente astronautico! 

Quindi, qual’è la tua posizione il 17 luglio 2004, considerando la storia degli ultimi 5 anni? Confermi la tua previsione, che avremo alberghi spaziali nel 2030? Vedremo la nascita e l'espansione di una economia spaziale nei prossimi 20 anni? 

RISPOSTA DI PATRICK: Molte grazie per la domanda. Molto interessante. Questo in sintesi il mio pensiero, oggi. 

L'illustrazione del 2030 fu pubblicata per la prima volta nel 1999(1)(2)(3) – al simposio di Brema – ormai 5 anni fa. Ma io penso ancora che sarebbe possibile realizzare quel risultato fra 30 anni, se fossero seriamente disponibili dei fondi per sviluppare veicoli orbitali per il trasporto di passeggeri civili. 

La maggior parte dell'investimento potrebbe venire dal settore privato, ma, per iniziare, i governi dovrebbero sostenere lo sviluppo veicoli di trasporto passeggeri – così come sostennero lo sviluppo di veicoli come la Soyuz, il Delta, lo shuttle, Ariane, il Concorde e molti altri – la cui operatività passò poi a società private. Il budget che avevo ipotizzato corrispondeva approssimativamente ad almeno il 10% dei bilanci delle agenzie spaziali per alcuni anni: ho affermato questo nel mio paper per il congresso IAF 2003(4)

Sfortunatamente non penso che il test di motore scramjet sia rilevante. I motori a razzo esistenti sono del tutto adeguati per veicoli del tipo Kankoh-maru e Spacebus. 

Quindi sì, io sono sicuro che avremo alberghi spaziali nel 2030. Ed il turismo lunare potrebbe anche cominciare da lì – poiché si tratta di un passo molto più breve, dall’orbita, di quanto lo sia il passo da quota sub-orbitale all’orbita. Ci vorrà molto più tempo, se i governi non offrono aiuto - ma penso che la grande risonanza creata da SpaceShipOne aiuterà a chiarire a molte più persone l'assurdità del fatto che le agenzie spaziali hanno speso 1 trilione di dollari dai tempi di Gagarin – senza ridurre il costo del volo spaziale di un solo centesimo! Quindi i governi saranno obbligati a realizzare ciò che dà beneficio economico - che strana idea! :-) 

Best,
Patrick 

RIFERIMENTI 

(1)

S Fawkes* and P Collins - Space Hotels: The Cruise Ship Analogy - 2nd International Symposium on Space Tourism, Bremen, April 21-23 1999

(2)

P Collins - Space Activities, Space Tourism and Economic Growth - 2nd International Symposium on Space Tourism, Bremen, April 21-23 1999

(3)

Patrick Collins & Yoshiyuki Funatsu - Collaboration with Aviation - The Key to Commercialisation of Space Activities - Paper no IAA-99-IAA.1.3.03 presented at session on Space Tourism of the 50th IAF Congress+Congress", Amsterdam, October 7, 1999 - Republished in Acta Astronautica, Vol 47, Nos 2-9, pp 635-646, 2000

(4)

Dr. Patrick Collins - Growing Popular Interest in Space Tourism: Challenge and Opportunity for Space Agencies - IAF paper no. IAC-03-LBN.1.08 Presented at the Late Breaking News session on September 30 54th International Astronautical Congress, Bremen 

[022.PC.TDF.2004 - 24.07.2004]